Qualche settimana fa il presidente del censis, giuseppe roma, aveva lanciato un allarme pesantissimo per il mercato immobiliarecrollo dei prezzi delle case dal 20 al 50% nel 2012. ma diversi analisti ritengono che quella del censis sia solo una provocazione e forse interessata. ma quanto è sicuro il mercato immobiliare?

non ha dubbi in proposito la fiaip, federazione italiana degli agenti immobiliari professionali. il presidente paolo righi è assolutamente scettico rispetto alle previsioni del censis, che ritiene allarmistiche e fuori dalla realtà

intervenuto  a tgcom 24 all’interno dello speciale “crolla la casa“, righi non nasconde i problemi presenti e futuri del mercato immobiliare, ma ritiene che la casa è e resta un investimento sicuro che in alcun modo può subire un crollo come quello descritto dal censiS

sappiamo inoltre che dallo scoppio della bolla immobiliare negli usa, col fenomeno dei mutui subprime, ha effettivamente fatto crollare i prezzi in modo impressionante. lo stesso è avvenuto in irlanda (-48% in 3 anni) dove sono fallite diverse banche e lo stato è dovuto intervenire per riscattarle. nel nostro paese, in effetti, non ci sono le condizioni dei due esempi citati e neanche l’esposizione ad un debito impossibile da sostenere, che per esempio complica la vita delle famiglie spagnole

l’imu e il blocco dei mutui, in ogni caso, porteranno delle conseguenze tangibili sul mercato, ma è tuttavia improbabile che si verifichino le previsioni degli apocalittici del censis