popolazione in crescita, sempre più università e ricerca, aumento degli stranieri e maggiore housing sociale. sono queste le caratteristiche demografiche ed economiche che cambieranno il volto di milano da qui al 2020, con evidenti influenze sul mercato immobiliare della città. a dirlo è un rapporto del centro studi di scenari immobiliari

la popolazione dunque crescerà mantenendo i valori immobiliari della città sempre alti, sebbene con scatti piuttosto lenti e al di sotto dell’inflazione, per una previsione che ruota attorno ad un +9% in 8 anni

l’invecchiamento della popolazione, inoltre, farà sì che gli over 65 diventino il 22% del totale. questo dato sarà compensato dall’aumento degli stranieri che dal 16% di oggi diventeranno il 25% del totale

l’esigenza di alloggi sarà dunque diversa da quella di oggi. da un lato la popolazione più anziana avrà più bisogno di cure, mentre universitari e stranieri avranno bisogno di case ad un minor costo, che solo il social housing potrà risolvere. milano insomma, secondo scenari immobiliari, deve assolutamente puntare sull’accoglienza ai giovani, offrendo loro affitti accettabili, residenze universitarie, ma anche trasporti migliori con i comuni dell’hinterland

le compravendite, secondo questo rapporto, saranno in crescita già nel 2012, per l’effetto expo che sarà più forte della crisi. i quartieri in ascesa per i prossimi anni saranno invece quelli semicentrali

IDEALISTA.IT